DALFOVO

L'emigrazione in Brasile

Da vari documenti risulta che due famiglie Dalfovo emigrarono in Brasile nel 1875 e 1876. La famiglia partita nel 1875 era quella di Giacomo, figlio di Giovanni Dalfovo e Maddalena Concin, del ramo dei Todeschi, abitanti in Mezzolombardo. Questa famiglia arrivò nella Colonia di Blumenau in Santa Catarina. La famiglia partita nel 1876 era quella di Giovanni Battista (detto Giobatta), figlio di Pietro Dalfovo e Caterina Osti, del ramo dei Flettoni, abitanti in Andalo. Questa famiglia arrivò in una delle colonie dello stato di Rio Grande do Sul, nella zona di Caxias do Sul.

Nel seguito diamo alcuni elenchi di avi e discendenti delle famiglie Dalfovo in Brasile. Per capire simboli e abbreviazioni si veda la legenda.


Avi di Giovanni Battista (soprannome: Flettoni)

Questo è l'elenco delle generazioni precedenti Giovanni Battista Dalfovo, emigrato in Rio Grande do Sul.


01. Bartolomeo (? - ?, And.) 1580 s. Margherita Bonetti di Preseno di Brescia
02. Pietro (1598 - ?, in And.) 1620 s. Barbara Toscana vedova Melchiori, ->
                 -> dà origine al ramo Flettoni 
03. Antonio (1625 - 1684, in And.) s. Pasqua Zeni da Cavedago (m.1668), ->
                 -> seconde nozze s. Margherita Rella da Lover (m.1720) 
04. Pietro (?-?, in And.) figlio di Antonio e Pasqua Zeni, s. Maria Tanaja 
05. Pietro (1710-1793, in And.) s. Orsola Osti 
06. Giovanni (1744-1788, in And.) s. Dorotea Bottamedi 
07. Pietro (1785-1849, in And.) s. Catarina Osti (1789-1859) 
08. Giovanni Battista (1826 in And. - 1916 in Caxias do Sul) s. Maria Perli di Udalrico

casa imigrante Giovanni Battista (Giobatta) emigra nel 1876 con due figli (Santo e Basilio) e una figlia (Rosa), partendo da Andalo e arrivando a Caxias do Sul; muore nella stessa città il 18 novembre 1916 all'età di 90 anni. Il suo nome si trova tra i fondatori di una chiesa dedicata a San Romedio. Ecco un articolo in proposito, scritto sul giornale Correio Riogradense (Edição 4.763 Ano 93 - Caxias do Sul, 19 de dezembro de 2001): "São Romédio celebra 125 anos de fundação - Capela foi a primeira comunidade constituída de Caxias do Sul - A Sociedade Igreja de São Romédio de Caxias do Sul encerra, neste sábado, 22 de dezembro, as comemorações dos 125 anos de fundação. A programação festiva inicia às 20h30 com missa campal de ação de graças presidida pelo bispo diocesano dom Paulo Moretto e concelebrada por diversos sacerdotes. Às 21h30, inauguração do Monumento da Chegada dos Imigrantes, marco dos 125 anos em homenagem aos fundadores e, em seguida, queima de fogos, toque de sinos, música, coquetel e apresentações artísticas. Fundada no dia 25 de dezembro de 1876, na 5 Légua, Travessão Santa Teresa (hoje bairro Panazzollo), a comunidade de São Romédio foi a primeira a ser constituída no município de Caxias do Sul. Surgiu a partir da sugestão de duas mulheres - Angela e Teresa Pezzi - com um único objetivo: "Construir uma igreja de culto catholico". São 12 os fundadores: Angela e Teresa Pezzi, Angelo e Simone Dambros, Fortunato Maschio, Sebastiano Rizzon, viúva Giustina Brustolin, viúva Lucia Dabrochio, Giovanni Batista Longhi, Pietro Pezzi, Giuseppe Pezzi e Giovanni Batista Dalfovo. Eram 11 famílias, 38 pessoas, oriundas de Val-di-Non, todas do Trentino-Alto Adige, Itália. A primeira capela foi inaugurada em 15 de janeiro de 1878. A comunidade desenvolveu-se rapidamente. Entre 1880 e 1890, o local transformou-se em centro agrícola, industrial e comercial da região, contando com 24 indústrias de pequeno e médio portes - serrarias, moinhos, ferrarias, fábricas de pipas, de pregos, de cadeiras, de móveis, sete cantinas etc.". La scelta di dedicare la nuova chiesa a San Romedio è probabilmente legata al ricordo che questi emigranti avevano del santuario di San Romedio a Sanzeno, in Val di Non, luogo di devozione e pellegrinaggio nelle valli trentine da cui gli emigranti provenivano. Da notare anche che nello stesso bairro Panazzolo di Caxias do Sul dove venne eretta la chiesetta oggi esiste una strada denominata "rua Adele Dalfovo Longhi"; Adele era figlia di Santo, figlio di Giovanni Battista. Vari Dalfovo abitano ancora a Caxias do Sul. (nella foto a destra: Casa do Imigrante, museu da família italiana, Caxias do Sul)

Un figlio di Giovanni Battista si chiamava Santo. Un altro si chiamava Basilio (Bazilío). Questi aveva 18 anni quando la famiglia emigrò a Caxias do Sul. Nel 1883 Basilio sposò Maria Adami con cui ebbe 14 figli, tra cui Virgilio e Eugenio Domenico. La discendenza di Basilio Dalfovo emigrò da Caxias do Sul verso lo stato di Santa Catarina, nella regione del Municipio di Piratuba, all'epoca in cui fu costruita la ferrovia della Valle del Rio do Peixe. Basilio si stabilì a Esteves Junior, Santa Catarina, nel 1919. Morì nello stesso luogo nel 1938.

Alcuni discendenti di Giovanni Battista

 08.  Giovanni Battista (1826 in And. - 1916 in Caxias do Sul) s. Maria Perli di Udalrico
 09.  Santo s. Erminia Marcolla
 10.  Primo (muore a 11 anni)
 10.  Vitória s. Francisco Tessari
 10.  Maria s. Angelo Giordano
 10.  Adele s. Rodolfo Longhi
 10.  João Batista s. Erminia Longhi
 09.  Basilio (Bazílio) (1858 in And. - 1938 in Esteves Junior SC) 1883 s. Maria Adami
 10.  Angelina (Agelina) (n.1884)
 10.  Virgilio (Vergílio) (1885-1972)
 11.  Mario s. Suely Braga (n.1917 in Porto Alegre)
 12.  Sady 1971 s. Maria Aparecida Pinto (n. 1946 in Ourinhos, Sao Paolo)
 13.  Flavia (n.1972 in Sao Paolo) s. Sebastian Rolland (n.1977 in Lyon)
 13.  Luis Fernando (n.1974 in Sao Paolo)
 12.  Marino (1935 in Esteves Junior SC, 2004 in Concordia SC)
 12.  Nelso (1937 in Esteves Junior SC, 2003 in Sao Paolo)
 12.  Arildo (n.1941 in Esteves Junior SC)
 12.  Noely (n.1945 in Esteves Junior SC)
 10.  Dosolina (Dozolina) (n.1887)
 10.  Ricardo (n.1889)
 10.  Costantino (n.1890)
 10.  Eugenio Domenico (1891 in Caxias - 1986) s. Sabina Tomazzoni Dalbosco
 10.  Avelina (n.1894)
 10.  Settimo (Sétimo) (1896-1978)
 10.  Genoveffa (Genoefa) (n.1899)
 10.  Emma (Ema) (n.1901)
 10.  Rosalina (n.1903)
 10.  Angelo (n.1904)
 10.  Hermínio (n.1906)
 09.  Rosa


Avi di Giacomo (soprannome: Todeschi)

Questo è l'elenco delle generazioni precedenti Giacomo Dalfovo, emigrato a Ascurra.

   
01. Bartolomeo (? - ?, And.) 1580 s. Margherita Bonetti di Preseno di Brescia
02. Bartolomeo (1593 - ?, And.) 1613 s. Orsola Perli, dà origine ai Todeschi
03. Bartolomeo (1624 - ?, And.)  s. Domenica Banal
04. Domenico (1667-1724, And.) 1700 s. Maria di Biagio da S. Michele di Appiano
05. Bartolomeo (1704 And. - 1779 Nave) 1727 s. Orsola Clamer
06. Domenico (1728 And. - ? Nave) 1760 s. Caterina di Giacomo De Stefani
07. Giovanni Giacomo (1763 Nave - 1820 Mzl. via Canevarie) 1788 s. Dorotea Trinza
08. Giovanni Francesco (1794-1881, Mzl.) 1816 s. Maddalena Concin (n.1797)
09. Giacomo (1826 Mzl., ? Ascurra)

Bartolomeo (generazione N.5) si trasferì da Andalo a Nave S. Rocco (villaggio a 6 Km da Mezzolombardo) verso il 1755. Suo figlio Domenico (generazione N.6) visse in località Sorni, dove si sposò e ebbe figli, tra cui Giovanni Giacomo (detto Giacomo), nato a Sorni nel 1763. Sorni è un gruppo di case a 2 Km da Nave, facente parte, all'epoca, della parrocchia di S. Michele all'Adige. Giovanni Giacomo si sposò con Dorotea (Domenica?) Trinza nel 1788 e andò a vivere a Mezzolombardo in località Canevarie, dove rimase con la sua discendenza. Il figlio Giovanni Francesco (generazione N.8) era contadino e mugnaio; Nella stessa casa vivevano i figli di Bartolomeo Antonio (n.1783) figlio di Bartolomeo di Andalo e Teresa Keller, e sposato con Caterina de Villi, anche lui mugnaio come Giovanni Francesco. Il grado di parentela tra Bartolomeo Antonio (nato nel 1783) e Giovanni Francesco (nato nel 1794) non è ancora chiaro. Mancano alcuni documenti in proposito. Sicuramente anche Bartolomeo era del ramo Todeschi; potrebbero essere stati cugini di primo o secondo grado.

GIACOMO (generazione N.9), figlio di Giovanni Francesco Dalfovo e Maddalena Concin, sposò nel 1849 Margherita Tait, morta di colera nel 1855, da cui ebbe una figlia, Celesta Margherita (1853-1857). In seconde nozze, nel 1856 sposò Domenica Trinza di Spormaggiore di vent'anni ed ebbe i seguenti figli:


10. Giacomo Francesco Giovanni (1857 in Mzl. - ?)
10. Maddalena Domenica Celesta (1859 in Mzl. - ?)
10. Girolamo Carlo (1861 in Mzl. - ? in Ascurra)
10. Bartolomeo Paolo (1865 in Mzl.- 1950 in Ascurra)
10. Rosa Luigia (1869-1870, in Mzl.)

Nel 1875 Giacomo partì con i figli verso il Brasile. A quell'epoca la casa nelle Canevarie doveva essere molto affollata. Oltre alla famiglia di Giacomo, viveva là la famiglia di Bartolomeo Romedio, figlio di Bartolomeo Antonio, e padre a sua volta di 13 figli, 3 dei quali già sposati con figli. Assieme a Giacomo emigrarono i figli Giacomo, Maddalena, Girolamo Carlo (Carlo) e Bartolomeo Paolo (Paulo). Nello stesso anno arrivarono nella colonia Blumenau in Santa Catarina. Il giorno 15 novembre 1876 il padre ricevette dal dr. Blumenau, a titolo di proprietario, il lotto N.8 della linea Ribeirão São Paolo nel distretto di Ascurra, con un'area di 176.80 mq al prezzo di 176$800, ricevendo 264$400 di aiuti in ferramenta e altro materiale. A nome del figlio Girolamo Carlo venne assegnato un altro lotto, il numero 62, della stessa linea. I figli Giacomo, Girolamo Carlo, e Bartolomeo Paolo dettero luogo a discendenza Dalfovo, ora sparsa nello stato di Santa Catarina, a Curitiba, S.Paolo, e in altri luoghi.


La famiglia di Giacomo Dalfovo davanti alla prima casa commerciale di Ascurra (foto tratta da "A colonizão Italiana de Ascurra" di José Finardi)

Discendenti di Giacomo Francesco Giovanni (Jacob)

Potrebbe essere Jacob Dalfovo che sposò Tercilia Vicenzi, in Rodeio, e ebbe un figlio di nome Erwim. Erwim è nonno di Jonas Dalfovo, abitante in Taiò. L'autore di questa ricerca non conosce altri discendenti.

Alcuni discendenti di Girolamo Carlo (Carlo)

Girolamo Carlo nacque nel 1861 a Mezzolombardo, in località Canevarie, e arrivò ad Ascurra nel 1875 assieme al padre e i fratelli. Là si sposò con Rosa Conte ed ebbe i figli: Luciano, Celestina, Jacomina, Ernesto, Abramo, Geronimo, Felice, Ana, Carlina, Alexandre e Rosa. Questa che segue è la discendenza (i numeri si riferiscono sempre alla generazione, come sopra):

 10.  Girolamo Carlo (1861 in Mzl. - ? in Ascurra) s. Rosa Conte, s. ?
 11.  Luciano (1885-1973) s. Rosina Maria (1895-1970)
 12.  Carlos (1919-1985) s. Antonia Rocha
 13.  Jose Carlos
 13.  Maria de Fatima
 13.  Luis Francisco (1955-1956)
 13.  Tania Aparecida
 13.  Oscar (n.1959) s. Marina dos Santos (n.1962)
 14.  Michael Samir (n.1980) s. Mirian Magnus Machado (n. 1976)
 15.  Valentina Machado (n. 2013)
 14.  Jonathan Gilbran (n.1992)
 11.  Celestina
 11.  Jacomina
 11.  Mauricio
 11.  Ernesto (1889-1941, in Ascurra) s. Ana Chiminelli
 12.  Elza (1916-1991) s. Oscar Bremer
 12.  Jacomina (n.1918) s. Aquilino Buzzi
 12.  Aleandro Bastiao (n.1922) s. Petronilla Moser
 13.  Maria Ana (1943-1943)
 13.  Ana Maria (1946-1974) s. Antonio Moser
 14.  Leandro Henrique (n.1970)
 14.  Antonio Marcos (n.1970)
 13.  Leandro Ernesto (n.1947) s. Maria Berri da Gloria
 14.  Tatiana Cristine (n.1972)
 14.  Ticiana Deyse (n.1974)
 12.  Antonio (n.1924) s. Honorata Zonta (m.1994)
 13.  Antonio Roberto (n.1956) s. Rosilea Reblim
 14.  Sheila Cristiane (n.1976)
 14.  Bianca Roberta (n.1976)
 13.  Tania Renata (n.1958) s. Lauro Santos
 14.  Jimmy Carlo (n.1977)
 14.  Ana Caroline (n.1979)
 13.  Aires Rogerio (n.1960)
 14.  Leo Ernesto (n.1985)
 14.  Daniel David (n.1988)
 14.  Daniela Amanda (n.1988)
 13.  Aluizio Fernando (n.1970)
 12.  Madalena (n.1926) s. Marcelo Campestrini
 12.  Irma (1929-1945)
 12.  Rosa (n.1931) s. Arlindo Ferrari
 12.  Arnolda (1934-1984) s. Armando Zonta
 12.  Maria (n.1936) s. Delírio Piseta
 11.  Abramo
 11.  Geronimo
 11.  Felice
 11.  Ana
 11.  Carlina (1905-1991)
 11.  Alexandre
 11.  Rosa

Alcuni discendenti di Bartolomeo Paolo (Paulo)

Bartolomeo Paolo nacque nel 1865 a Mezzolombardo in località Canevarie. Dopo l'arrivo ad Ascurra si sposò, nel 1886 Clementina Marconcini (1867-1911) originaria di Cremona. Dopo la morte di Clementina si sposò, nel 1915, con Linda Maiola (nota: Linda è diminutivo di Deolinda, mentre Maiola potrebbe essere in realtà Moiola, un cognome tipico di Mori, un paese 30 Km a sud di Trento). Questa che segue è la discendenza:

 10.  Bartolomeo Paolo (1865 in Mzl. - 1950 in Ascurra) 1886 s. Clementina Marconcini da Cremona (1867-1911), 1915 s. Linda (o Deolinda) Maiola
 11.  Giacomo (1888-1957, in Ascurra) 1911 s. Giuseppina Destefani (1891-1961)
 12.  Arnolda (1912 in Aquidaban - 1966 in Rio do Sul) 1928 s. Walter Probst
 12.  Alfredo (1914 in Aquidaban - 1960 in Rio do Sul) 1933 s. Elvira Scoz
 13.  Acary Ismar (n.1934 in Rodeio) 1955 s. Gisela Carola Mahling
 14.  Rubens Rodolfo (n.1956 in Rio do Sul) 1980 s. Aurici Bittencourt
 15.  Roberto (n.1981 in Rio do Sul)
 15.  Bruno (n.1982 in Rio do Sul)
 14.  Alfredo Neto (n.1962 in Rio do Sul) 1989 s. Neusa Maria Baldo
 15.  Acary Ismar (n.1989 in Rio do Sul)
 14.  Renato Alfredo (n.1959 in Rio do Sul) 1987 s. Raquel Carina Kuehl
 15.  Felipe (n.1987 in Rio do Sul)
 13.  Shirley Dolores (1936 in Rodeio - 1983 in Rio do Sul) 1954 s. Joao Domingo Sedrez
 13.  Juracy Ismael (n.1938 in Rodeio) 1959 s. Marlis Bader
 14.  Mauriene (n.1962 in Brusque) 1992 s. Wilhelm Max Mohr Alves
 13.  Levi Ernani (n.1945 in Rodeio) 1977 s. Vivien Ohf
 14.  Juliano (n.1968 in Rio do Sul) 1992 s. Degorà Claude Dolzan
 15.  Ana Luize (n.1992 in Florianopolis)
 14.  Ricardo (n.1972 in Rio do Sul) s. Michele Marquez
 15.  Nicolas
 12.  Paulo (1917 in Subida - 1992 in Ascurra) 1940 s. Cecilia Seifert
 13.  Anelir
 13.  Jacob Junior s. Maria de Lourdes Andrade
 14.  Paulo Neto
 14.  Lavio Lucio
 14.  Anelir Cristina
 12.  Augusta (1918 in Subida - ?) 1935 s. Joao Bertoli in Taio
 12.  Ema (1920 in Subida - ?) 1938 s. Serafin Giacomelli in Rodeio, poi trasf. in Taio
 12.  Armandio (1924 in Subida - 1982 in Ascurra) 1945 s. Eliza Hwizdalek
 13.  Dario Dornelle (n.1951 in Ascurra) 1970 s. Vildes Mara Gadotti
 14.  Simone Giovanna (n.1972 in Ascurra) 1988 s. Joao Montanha
 14.  Silvia Vides (n.1974 in Ascurra) 1990 s. Silvestre Poffo
 14.  Sislaine Olga (n.1976 in Ascurra)
 12.  Mario Josè (1928 - 1928, in Subida)
 12.  Maria Faustina (1929 in Subida - ?) s. Mario Correa de Souza
 11.  Maria (1890 in Rodeio - ?)
 11.  Luigi (1892 in Ascurra - ?)
 11.  Vicenti
 11.  Fideli
 11.  Clementina
 11.  Josefina
 11.  Lucia
 11.  Angelina, figlia di Deolinda
 11.  Bernada (n.1921, in Ascurra), figlia di Deolinda, s. Faustino Merini ,
 12.  Emides
 12.  Alcides
 12.  Marlene
 12.  Arai Maria
 12.  Ducemar
 12.  Nilton
 12.  Celito Paulo
 12.  Suelita
 12.  Olir
 12.  Anelor
 12.  Moacir
 12.  Ivo
 12.  Osmar
 12.  Marlindo
 11.  Paulo , (n.1924, in Ascurra) figlio di Deolinda, gemello di Carlos, s. Marcelina ,
 12.  Tibério, s. Iracema Moser
 13.  Gilberto
 13.  Gilvana
 12.  Cássio, s. Isolete Fantoni
 13.  Clésio
 13.  Edson
 12.  Laércio, s. Maria Eurline Seide
 13.  Diogo
 13.  Larissa
 13.  Leonardo
 12.  Nilton (m.1996) s. Anita Catafesta
 13.  Cassiano
 12.  Nilda, s. Antonio Dalfovo
 12.  Nair, s. Ademar Testoni
 12.  Ademir, s. Angelita Pereira
 13.  Felipe
 12.  Roseli, s. Marcelino Poffo
 12.  Bruno, s. Rosemeri Dias
 12.  Aureo, s. Dirlene Faggiani
 11.  Carlos (1924 in Ascurra, 2006 in Pouso Redondo) figlio di Deolinda, s. Matilde Merini (n.1926) ,
 12.  Relindes (n.1947 Ascurra) s. Jair
 12.  Iracema (1949 - 1957, Pouso Redondo)
 12.  Carmelino (n.1950 Pouso Redondo) s. Julita
 13.  Ivã (n.1987 Pouso Redondo)
 13.  Edna (n.1990 Pouso Redondo)
 12.  Ivani (n.1952 Pouso Redondo) s. Moair
 12.  Carmen (n.1953 Pouso Redondo) s. Edson
 12.  Raulino (n.1954 Pouso Redondo) s. Rosa
 13.  Gian (n.1979 Pouso Redondo)
 13.  Daiane (n.1982 Pouso Redondo)
 13.  Giovani (n.1983 Pouso Redondo)
 13.  Daniela (n.1990 Pouso Redondo)
 12.  Harri (n.1956 Pouso Redondo) s. Roselei
 13.  Cindy (n.1987 Joinville)
 12.  Vilmar (n.1959 Pouso Redondo) s. Rosane
 13.  Andre (n.1986 Brusque)
 13.  Ana Paula (n.1991 Brusque)
 12.  Jose Carlos (n.1962 Pouso Redondo) s. Marileia
 13.  Carlos Neto (n.1982 Joinville)
 13.  Filipi (n.1986 Joinville)
 13.  Ana Carolina (n.1992 Joinville)

Alcune immagini di Blumenau, vicina a Rodeio nella valle del fiume Itajaí, zona di immigrazione dal Trentino alla fine dell'800



Torna all'indice